Le donne di Nazarè. 

Tra le case bianche, i tetti tutti rossi, il mare di un blu indescrivibile, le donne di Nazarè ti osservano come se il loro mondo finisse oltre le strade di questo piccolo borgo.

Tra il gridare cattivo del vento, lo schiumare furioso delle onde, il vai e vieni continuo delle nubi, le donne di Nazarè aspettano pazienti che la barca faccia ritorno al porto.

Tra i turisti curiosi, i mariti indaffarati a sciogliere ed annodare le reti, le donne di Nazarè, dai lunghi vestiti neri, con le gambe nascoste da grossi calzettoni di lana ancora piu neri stanno in spiaggia ed aspettano.

Aspettano che il pesce, sistemato con cura sulle reti, in balia del sole e del vento possa essiccare naturalmente, intanto parlano tra loro.

Le donne di Nazarè parlano un dialetto tutto loro, incomprensibile, arcaico come il tempo che sembra essersi fermato in questo piccolo borgo dove la natura ancora comanda e forse continuerà a comandare.

JaLo 

2 pensieri riguardo “Le donne di Nazarè. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...